Francescosciortino's Blog

Just another WordPress.com site

L’amore nel Moulin Rouge

L’ispirazione è scattata ieri sera rivedendo Il musical Moulin Rouge. Partiamo dalla scena clou del film: Cristian è un ragazzo che ha la sua ricchezza non tanto nella tasca, piuttosto nel suo cuore. E’ un poeta e scrittore e l’unico modo per emergere come artista è quello di convincere la star del Moulin Rouge Satine. Grazie a un equivico Satine scambia il giovane per un ricchissimo duca. Satine, che fino a quel momento Catullo la definirebbe “amica di tutti”, si mostra subito accondiscendente nei confronti del povero Cristian che a un certo punto scoppia in un urlo quasi liberatorio cantando “your song” di Elton John. Cristian nella sua canzone esprime tutti i sentimenti che prova nell’ammirar tanta bellezza d fronte a lui, le grida quanto sia meravigliosa la vita ora che c’è lei al mondo spiega che non ha nulla da offrire se non tutto il suo amore e la sua canzone per Satine. La bella cortigiana inizialmente rimane delusa, interessata molto più al valore dei soldi e ritenendo i diamanti i suoi migliori amici piuttosto che quattro righe e a una cosa astratta di cinque lettere che inizia cn la A… Poi però deve inchinarsi anche lei al potere dell’amore e si rende conto che non esiste diamante al mondo da poter essere paragonato a quelle quattro righe dell’amato. Fin qui tutto rose e fiori, sembrerebbe un idillio e invece cominciano le complicazioni fino a quando alla fine il vero amore sembrerebbe aver vinto. Non è così, alla fine Satine muore lasciando a Cristian solo l’amore che è stato fra i due… Ora vi chiedo cosa sia l’amore? E’ un’illusione che quando finisce ti lascia distrutto e vuoto dentro? Io lo vedo come una malattia del cuore e del cervello che ha effetti collaterali anche alle gambe. Ogni volta Che si è feriti dall’amore un pezzetto di cuore ne risente. C’è chi dice: “Il cuore è fragile e delicato, fallo a pezzi e non metterai più insieme i cocci” e non posso che avallare questa tesi. Quando si è innamorati poi si offusca la mente e pensare diventa molto difficile e per finire le gambe diventano molli di fronte alla persona che ami. Questi sono i sintomi dell’unica malattia di cui l’uomo non può fare a meno e della quale non esiste cura…

agosto 18, 2007 Posted by | Cinema | 3 commenti